Login
  • News
  • Il gelato world tour dona 3.600 ? all'ospedale pediatrico del ?bambino gesu'
Roma, 21.05.2013
LA DONAZIONE ANDRA'A SOSTENERE I COSTI DI RINNOVO DEL REPARTO DI TERAPIA INTENSIVA CARDIOCHIRURGICA. LA CIFRA E' RELATIVA AL 10% DELL'INCASSO DELLA 1^ TAPPA DEL GELATO WORLD TOUR , A ROMA SULLA TERRAZZA DEL PINCIO DAL 3 AL 5 MAGGIO. A CIO'SI AGGIUNGONO I 30.000 MINI-CONI GELATO DONATI AI BAMBINI DELLE SCUOLE DI ROMA E AI MENO FORTUNATI NELLA TRE GIORNI ROMANA (VALORE ECONOMICO= 15.000?)
GIOVEDI' 23 MAGGIO APRONO LE ISCRIZIONI ALLA 2^TAPPA (VALENCIA, 5-7 LUGLIO 2013)

Una delegazione del Gelato World Tour – il Campionato più goloso del mondo, organizzato da Carpigiani Gelato University e Sigep Rimini Fiera con lamain partnership di IFI e MEC3 -, composta da Achille Sassoli (Event Manager Carpigiani), Claudio Pica (Segretario dell’Associazione Esercenti Bar di Roma e Provincia) e Alberto Pica (Presidente dell’Associazione Italiana Gelatieri – S.I.G.A.), ha donato all’Ospedale Bambin Gesù un assegno da 3.600 €. Tale cifra rappresenta il 10% degli incassi della 1^Tappa del Gelato World Tour, tenutasi a Roma presso la Terrazza del Pincio dal 3 al 5 maggio 2013 (130.000 presenze, 5.700 kg di gelato prodotti). La donazione sarà utilizzata per pagare parte dei costi di rinnovo del reparto di Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma.

Il Gelato World Tour ha effettuato un’altra “dolce” charity: 15.000€ di gelato (ovvero 30.000 mini-coni, il valore è di 0,50 centesimi di € cadauno) sono stati offerti nella tre giorni romana ai bambini delle Scuole della Provincia di Roma e ai meno fortunati, ricoverati in alcuni ospedali della Capitale.

Il Gelato World Tour (www.gelatoworldtour.com) si prepara ora alla 2^tappa, a Valencia dal 5 al 7 luglio 2013. Le iscrizioni per i gelatieri spagnoli apriranno giovedì 23 maggio 2013. E le donazioni continueranno! La mission del Gelato World Tour è portare nel mondo la cultura del gelato artigianale, un alimento di alta qualità che rappresenta l’eccellenza e la creatività del nostro Paese nei 5 continenti, un prodotti che “fa bene”, sotto tanti punti di vista!

PER APPROFONDIRE

Nata nel 1982, la Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, grazie ai suoi 14 posti letto, accoglie circa 600 pazienti all'anno, inclusi pazienti provenienti dalla sala operatoria, dalla sala di emodinamica, dal reparto di cardiologia e dal Pronto Soccorso. Per garantire ai piccoli pazienti e ai loro familiari standard di accoglienza sempre più elevati, l’Ospedale ha deciso di rinnovare i locali e implementare le dotazioni tecnologiche del reparto.Presso la TIC del Bambino Gesù ogni anno vengono effettuati circa 12 trapianti di cuore e circa 20 assistenze meccaniche per il supporto cardiovascolare. Ogni giorno vi transitano dai due ai cinque pazienti (dimessi e ricoverati) che vengono assistiti da 5 anestesisti di guardia (3 diurni e 2 notturni) e da un totale di 24 infermieri. La cura dei pazienti pediatrici cardiochirurgici implica l'utilizzo di tutte le risorse mediche e tecniche a disposizione. I casi più gravi possono avere infatti necessità di supporto di più funzioni vitali (cardiache, polmonari, renali) per numerosi giorni.

Il sito Carpigiani non utilizza cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie tecnici per migliorare la navigazione e di terze parti per raccogliere statistiche di traffico. Per saperne di pi¨
Accetto