Login
Tegucigalpa, Honduras, 18.05.2015
Gelateando è un sogno diventato realtà!
Adriana Jaar, è nata e cresciuta a Tegucigalpa in Honduras. È una gelatiera di 27 anni che è riuscita a realizzare un sogno e ora è diventata molto conosciuta nella sua splendida terra, l'Honduras.

Durante il Master che stava frequentando in Comunicazione, Marketing e Social Media alla Bologna Business School, ha vinto una borsa di studio. La sua passione per il gelato diventava più forte mano a mano che trascorreva i suoi giorni a Bologna: aveva una favolosa gelateria di fianco al suo appartamento e fu soprattutto il gelato alla Cheesecake a crearle una sorta di dipendenza. Più il tempo passava e più lei si rendeva conto che voleva aprire una gelateria nella sua città, soprattutto considerando il fatto che si tratta di una città calda tutto l'anno. Sapeva che nelle sue zone il gelato industriale era abbastanza conosciuto, ma lei voleva diffondere il vero gelato artigianale.

Scoprì la Carpigiani Gelato University, frequentò i corsi e ottenne l'attestato! Quelle settimane intense ma anche molto divertenti non le hanno insegnato solo come produrre il vero gelato italiano, ma anche come realizzare i suoi sogni!

Quando hai deciso di aprire una gelateria? È sempre stato un tuo sogno oppure è una decisione che hai preso all’improvviso?

Sapevo che volevo aprire un’attività mia, ma avevo così tante idee in testa che non sapevo quale sarebbe stata la risposta finale. Durante la mia permanenza a Bologna l’idea di aprire una gelateria è cresciuta sempre di più: ho iniziato a contattare i rivenditori di prodotti e macchinari per produrre gelato nelle vicinanze dell’Honduras ma alla fine ho deciso di rivolgermi a Carpigiani che si è dimostrata la compagnia con prodotti di miglior qualità. Ho frequentato i corsi per essere sicura che la mia passione per il gelato fosse reale: la Carpigiani Gelato University è stata il test finale in cui ho capito che questa era realmente la mia strada. E così è stato!

Perché hai deciso di produrre e vendere proprio il gelato?

L’industria del gelato è un mondo favoloso dove non si smette mai di sperimentare nuovi gusti. La cosa che amo di più è che puoi sempre andare oltre la tua immaginazione e creatività. L’investimento iniziale è stato alto, infatti ci sto ancora lavorando, ma so con certezza che arriverà il momento in cui sarò ripagata per tutti i miei sforzi. Ho aperto la mia gelateria il 30 agosto 2014: in un paese caldo e tropicale come l’Honduras è una validissima opportunità di investimento, soprattutto ora che la cultura del gelato artigianale sta esplodendo!

Come sei venuta a conoscenza della Carpigiani Gelato University? Come mai hai deciso di iscriverti ai corsi?

Mentre stavo facendo delle ricerche inerenti al mondo del gelato ho scoperto il sito web della Carpigiani Gelato University. Inoltre, me ne parlò una ragazza che lavorava in un piccolo caffè nella mia città e, grazie a lei, ho scoperto quanto sarebbe stato bello frequentare i corsi. Dopo avere terminato il mio Master, mi sono iscritta subito per essere sicura di non perdermi questa opportunità.

Qual è la mission della tua gelateria?

La mission di Gelateando è quella di portare un piccolo pezzo di Italia in Honduras e servire il gelato artigianale italiano fatto con prodotti freschi ogni singolo giorno. Anche i nostri coni e le cialde per i waffles vengono prodotti all’interno della gelateria. In questo modo, gli abitanti dell’Honduras possono godersi una parte dell’Italia senza spostarsi dal luogo in cui vivono.

A che cosa ti sei ispirata per scegliere il nome della tua gelateria?

La mia nipotina di 12 anni mi stava dicendo quanto fosse felice per il fatto che stavamo per aprire una nuova gelateria e mi ha detto “Zia Adriana, perché non la chiamiamo Gelateando? È un nome divertente!”. Così abbiamo smesso di pensare e confrontarci perché tutti amavamo quel nome, soprattutto io! È un nome creativo ed è proprio l’equivalente di quello che i nostri clienti fanno nella gelateria, infatti “Gelateando” è un tempo verbale!

Raccontami la tua giornata tipo in gelateria.

È un luogo dinamico e divertente, pieno di persone felici e sorridenti soprattutto nel weekend. Iniziamo a lavorare alle 9 di mattina per preparare i nostri gusti, i coni e le cialde per i waffles, così possiamo aprire al pubblico alle 10 circa. È molto impegnativo, ma è anche un lavoro creativo che ci permette di sperimentare con i gusti e di ricavare idee nuove direttamente dai nostri clienti. Ora abbiamo persone che vengono a trovarci tutte le settimane. Chiudiamo alle 8 di sera e a volte ci rendiamo conto di avere venduto tutto il gelato che avevamo preparato!

Quale aspetto del tuo lavoro ti piace di più?

Essere creativa, che è la parte più divertente dell’avere una gelateria. Puoi andare oltre la tua immaginazione, accostando gusti diversi e creando nuove ricette. Ciò non toglie che una delle cose a cui teniamo di più è ascoltare i nostri clienti mentre dicono quanto amano il nostro gelato e quanto si sentono trasportati in Italia ogni volta che assaggiano i nostri prodotti.

Qual è il tuo gusto preferito?

Sicuramente il gusto Cheesecake, ma mi piace molto anche il gusto Lemon Pie. Ho realizzato anche un gusto delizioso composto da Nutella, cioccolato, mandorle tostate, caramello e sciroppo di cioccolato con brownies fatti in casa.

C’è un gusto che ti piace fare più di tutti?

Mi piacciono tutti, non riesco a selezionarne uno in particolare. Quelli che mi piacciono di più sono quelli che ci hanno fatto impazzire quando dovevamo combinare le ricette! Ne abbiamo realizzato uno fatto con spezie piccanti e cioccolato e i nostri clienti lo hanno veramente apprezzato.

Qual è il gusto preferito dei tuoi clienti?

Il gusto Gelateando e il gusto caramello e brownies si vendono molto bene. Anche Cheesecake e Pistacchio sono tra i gusti più apprezzati.

Nel paese in cui vivi il gelato artigianale è conosciuto? O viene confuso con il gelato industriale?

Spesso viene ancora confuso, ma la consapevolezza sta crescendo. A Gelateando ci assicuriamo sempre che i nostri clienti sappiano che il gelato artigianale non è uguale a quello industriale.

Come comunichi l’artigianalità del tuo prodotto?

Usiamo molto i social media. Ogni giorno comunichiamo il maggior numero di informazioni possibili riguardo ai nostri prodotti.

Secondo te qual è la chiave del successo di una gelateria?

Pazienza e passione! Se davvero ami il delizioso mondo del gelato artigianale, avrai successo sicuramente. Devi trascorrere moltissimo tempo all’interno della gelateria, ma se ti piace quello che fai non è come un vero lavoro, finisce per diventare una parte della tua vita il fatto di pensare ogni giorno a nuovi gusti e farsi venire nuove idee. I social media sono di grande aiuto quando si apre una nuova attività, soprattutto se è piccola.

Come comunichi con i tuoi clienti e come ti fai conoscere? Usi molto i social network?

Li usiamo ogni giorno. Sono una parte fondamentale nel nostro lavoro quotidiano. Facciamo fotografie dei nostri prodotti più conosciuti o delle ultime novità e le mettiamo online. Realizziamo scatti colorati per renderli più invitanti. Li carichiamo nei momenti di maggiore affluenza ai social network in modo da ottenere più followers e creare una grande community.

Come e quanto è cambiata la tua vita da quando hai aperto la tua gelateria?

Non mento, i primi mesi sono stati davvero pazzeschi! Aprire una gelateria non è per niente facile e devi organizzare il tempo molto bene, ma una volta che inizia a funzionare, è la cosa più divertente e facile che si possa fare. Il mio consiglio è quello di investire e preparare il personale nel migliore dei modi per mantenere un alto standard di qualità, soprattutto se non puoi rimanere in gelateria per tutto il giorno.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Vuoi aprire altri punti vendita?

Sì, certo. Gelateando sta crescendo! Sta avendo successo. Grazie a Dio abbiamo un piccolo carretto dei gelati e distribuiamo gelato agli eventi come matrimoni, feste di compleanno, eventi di lavoro, etc. La nostra prossima missione è di aprire un punto vendita in un centro commerciale e forse anche espandere la nostra attività in altre città dell’Honduras! Alcune persone già mi chiedono se ho intenzione di creare un franchising ed è molto gratificante vedere che la gente ama i tuoi prodotti di alta qualità.

Qual è il messaggio/il consiglio che vuoi dare agli studenti in corso alla CGU o a chiunque volesse intraprenderla carriera di gelatiere?

Fatelo! È l’unico modo per capire se siete veramente appassionati al mondo del gelato! La Carpigiani Gelato University mi ha aiutato molto a decidere se questa fosse realmente la strada che desideravo intraprendere! Sto prendendo in considerazione l’idea di tornarci per seguire altri corsi e perfezionare la creazione dei miei prodotti. È molto importante rimanere collegati e aggiornati con qualsiasi cosa riguardi l’industria del gelato, solo così puoi mantenere la prima posizione tra i gelatieri del tuo paese!!!
Oh e ricordate: prenderete un paio di chili durante i corsi perché non potrete fare a meno di mangiare il delizioso gelato che avete realizzato con le vostre mani! Comunque, apprezzerete ogni singolo chilo!




Il sito Carpigiani non utilizza cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie tecnici per migliorare la navigazione e di terze parti per raccogliere statistiche di traffico. Per saperne di più
Accetto