Login
  • Success Stories
  • Intervista con taysir al ghanem de il caffŔ latino di roma
Amman, Giordania, 18.03.2015

Tayr Al Ghanem è un italiano con sangue giordano: è nato in Giordania ma ha vissuto gran parte della sua vita in Italia. Nel 2013 ha deciso di studiare l’arte di creare il gelato artigianale, perciò ha frequentato i corsi alla Carpigiani Gelato University a Bologna. Nel Febbraio del 2014 ha partecipato al Gelato World Tour di Dubai, in cui ha presentato la sua ricetta innovativa per creare il “Brown Bread Gelato”. Finalmente, nel settembre dello stesso anno è riuscito ad aprire il suo primo negozio ad Amman, chiamato “Il caffè Latino di Roma”.

Quando hai deciso di aprire una tua gelateria? È sempre stato un tuo sogno oppure è stata una decisione improvvisa?

Sinceramente, aprire una gelateria è sempre stato il mio sogno nel cassetto che è iniziato facendo il gelato a casa in modo del tutto amatoriale. Quando mi si è presentata l’occasione nel 2013, ho deciso di intraprendere un nuovo percorso: diventare un gelatiere.

Quando hai deciso di produrre e vendere gelato?

Sono andato in pensione abbastanza presto, ho cinquant’anni e sono ancora in grado di lavorare, per questo motivo ho deciso di utilizzare il mio tempo per guadagnare qualcosa in più praticando la professione dei miei sogni.

Dove hai sentito parlare di Carpigiani Gelato University? Perché hai deciso di iscriverti ai corsi?

Ho sentito parlare della CGU da un mio amico d’infanzia, proprietario di una gelateria a Roma, dove io andavo saltuariamente per osservare e apprendere qualche tecnica per la produzione del gelato. Ho fatto qualche ricerca in Internet  e alla fine mi sono messo in contatto con Carpigiani, che mi ha presentato la CGU e mi ha dato la possibilità di imparare tecniche avanzate per la creazione di gelato artigianale.

Qual è l’obiettivo della tua gelateria?

L’obiettivo della nostra gelateria è quello di indirizzare la popolazione giordana verso il vero sapore del gelato artigianale. Qui in Giordania i consumatori sono abituati a mangiare un gelato differente rispetto a quello che abbiamo in Italia. Vogliamo rendere le persone consapevoli delle differenze tra i vari  tipi di gelato, facendo assaggiare loro prodotti di qualità derivati dalla nostra esperienza nel produrre gelato seguendo i parametri della CGU.

A cosa è ispirato il nome del tuo shop?

Il vero gelato è italiano per ispirazione e tradizione. Ci sono migliaia di imitazioni che però faticano nel raggiungere l’originale. Il nome “Latino” deriva dal latino antico, dal quale derivano diverse lingue tra cui l’italiano, il francese, lo spagnolo e il portoghese e da cui ha origine ciò che attualmente conosciamo come America Latina. Ma la vera culla della “latinità” rimane Roma: è questa sensazione di autenticità che, anche per il fatto di averci vissuto per molti anni, mi ha suggerito di chiamare il negozio “Latino di Roma”. Infatti il nostro gelato è autentico, non è un’imitazione: rappresenta il gusto e la fragranza tipiche del gelato italiano.

Descrivimi una giornata tipica nella tua gelateria.

Come tutte le gelaterie italiane, una o due volte alla settimana prendiamo il latte fresco direttamente dalla fattoria che lo produce, la quale ce lo consegna in negozio la mattina presto. Dopo che è arrivato il latte prepariamo la base bianca (la base gialla la prepariamo una volta al mese) e riempiamo la nostra macchina per la pastorizzazione, Pastomaster (da 60 litri). Lasciamo riposare il composto fino al giorno successivo, in cui ci dedichiamo totalmente alla produzione dei gusti di gelato a base di latte. Nel frattempo ci occupiamo anche di preparare i gusti alla frutta e i sorbetti, per i quali usiamo solo ingredienti freschi. La nostra produzione si attiene totalmente ai parametri della CGU e mantiene gli alti standard europei di igiene e qualità. Oltre ad un’ampia varietà di gusti di gelato, nel nostro negozio è possibile trovare il famoso caffè italiano e una gamma di prodotti di pasticceria e bevande fresche.

Quale parte del tuo lavoro preferisci?

Mi piace molto imparare e creare o modificare diverse ricette di origine Latina.

Qual è il tuo gusto preferito?

Il gusto che preferisco è la Nocciola.

C’è un gusto che ami particolarmente preparare?

Sì, la Stracciatella.

Quali sono i gusti preferiti dai tuoi clienti?

I clienti di solito scelgono Pistacchio, Mango e Vaniglia.

Nel paese in cui lavori il gelato artigianale è conosciuto oppure viene confuso con il gelato industriale?

Spesso vengono confusi. Il vero gelato è poco conosciuto, servirebbe una maggior consapevolezza a livello generale.

Come comunichi la passione che metti nel preparare i tuoi prodotti?

Spiegando come lavoriamo parlando direttamente con la gente, mostrando le brochure del mio negozio e tramite i social media.

Secondo te qual è la chiave per il successo di una gelateria?

Secondo me, la location, la pubblicità e la qualità dei prodotti sono i tre elementi di base per il successo di un negozio. Al momento la nostra location è discreta e la nostra pubblicità ha bisogno di qualche spinta in più, ma la qualità del nostro gelato è la migliore di tutto il Medio Oriente. Ho molta fiducia nel fatto che presto potremmo diventare i produttori del gelato migliore del mondo!

Come comunichi con i tuoi clienti e come ti fai conoscere? Usi molto i social network?

Al momento, anche a causa della scarsa liquidità di cui siamo in possesso, comunichiamo più che altro tramite i sociali media (Facebook, il sito web Caffè Latino di Roma) e crediamo molto nel passaparola. Non nego, però, che abbiamo in programma di incrementare le nostre attività di marketing e promozione.

Come e quanto è cambiata la tua vita da quando hai aperto la gelateria?

La mia vita è cambiata molto da quando abbiamo aperto la gelateria. È uno stile di vita nuovo, che mi apre prospettive di guadagno, permettendomi di affrontare una nuova esperienza lavorativa. È un’attività che mi aiuta a coltivare nuove amicizie e contribuisce a creare momenti di felicità per tutti, dai bambini agli anziani. Inoltre, servendo i nostri prodotti di alta qualità contribuiamo ad incrementare l’economia locale della Giordania e le esportazioni dall’Italia.

Che progetti hai per il futuro? Ti piacerebbe aprire nuovi negozi?

Attualmente, il nostro principale obiettivo è quello di rendere il nostro negozio un’esperienza eccellente non solo per noi stessi ma anche, e soprattutto, per i nostri clienti. La nostra preoccupazione principale è quella di offrire sempre la massima qualità di gelato, utilizzando ingredienti freschi e provenienti dall’Italia. In futuro potremmo prendere in considerazione l’idea di aprire un altro negozio o forse due, ma prima di tutto vogliamo vivere bene e vogliamo che anche i nostri clienti si sentano bene.

Quali sono i consigli che daresti a uno studente che inizia i corsi alla CGU o a chiunque scelga di intraprendere la carriera di gelatiere?

Il mio consiglio è quello di avere il coraggio di aprire una gelateria anche se in precedenza non si ha alcuna esperienza nel settore. È molto importante mantenere sempre alto l’interesse per il proprio lavoro tramite un apprendimento costante, scegliere la location giusta per il negozio e destinare almeno un piccolo budget alla pubblicità. La pubblicità si rivela spesso un ottimo modo per farsi conoscere in giro, ma un’attenzione costante alla qualità e agli standard d’igiene saranno i vostri migliori alleati.

Il sito Carpigiani non utilizza cookie di profilazione. Sono utilizzati cookie tecnici per migliorare la navigazione e di terze parti per raccogliere statistiche di traffico. Per saperne di pi¨
Accetto